Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Unicittà 2018, 3

Il cammino dell'acqua

Una passeggiata tra le polle di San Germano e della Villa Comunale, che insieme a quelle delle Terme Varroniane costituiscono le sorgenti del Gari: Michele Saroli, docente di Geologia, e Francesco Granata, docente di Tecnica dei Lavori Idraulici presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica, ci accompagnano lungo il cammino dell’acqua nella nostra città. È importante sapere che solo l’1% dell’intera risorsa d’acqua disponibile in natura è accessibile per uso umano, attraverso acque sotterranee prevalenti. Nell’Appennino centrale si concentrano, in grandi serbatoi costituiti da rocce carbonatiche (idrostrutture), le maggiori risorse idriche sotterranee d’Italia, e, nell’Appennino, l’idrostruttura Simbruini-Ernici-Monte Cairo-Montecassino con le sorgenti del Gari costituiscono un unicum, per capacità di raccolta e volumi d’acqua disponibili. Dopo il suo cammino naturale l’acqua viene captata mediante apposite opere idrauliche, trattata ed inizia il suo percorso attraverso i sistemi di adduzione (acquedotto esterno) e distribuzione (acquedotto interno), fino alla meta: i rubinetti delle nostre case.

Programma

Mercoledì 30 maggio 2018
Polle di San Germano, Piazza Corte, Cassino
17.30 Saluti
17.45 Partenza della passeggiata fino alle polle della Villa Comunale
Michele Saroli (Università di Cassino e del Lazio Meridionale), Il cammino dell’acqua in natura
Francesco Granata (Università di Cassino e del Lazio Meridionale), Dalla sorgente al rubinetto


[Ultima modifica: lunedì 28 maggio 2018]